FAR DIVENTARE L’INTESTINO AMICO DEL DIMAGRIMENTO

L’intestino è quel lunghissimo e aggrovigliato organo che sta, a grandi linee, nella parte di pancia sotto l’ombelico (sopra l’ombelico invece troviamo lo stomaco).

Nello stomaco il cibo viene “maltrattato” con una serie di “scuotimenti” e bagni di acidità per mandarlo poi nell’intestino dove vengono assorbiti i nutrienti……….che è poi la cosa più fondamentale per sopravvivere! Dato il suo ruolo vitale l’intestino è un po’come il direttore di orchestra della salute del nostro organismo ed influenza molto la nostra fame e l’esito del cibo che mangiamo.

Dell’intestino si potrebbe parlare e scrivere all’infinito ma vi invito a considerare 2 sue caratteristiche uniche:

  • ha un numero di cellule nervose (neuroni) secondo solo a quello del cervello al punto da essere chiamato anche “il secondo cervello”. Questo “cervello intestinale” è direttamente collegato, da importanti vie nervose, al cervello vero e proprio che influenza e da cui è influenzato. Questo spiega come mai la salute dell’intestino sia influenzata dallo stress e come la capacità di “reggere” lo stress (la resilienza) sia influenzata dall’intestino;
  • ha un paio di kg di microrganismi al suo interno ( il microbiota) che condizionano enormemente l’assorbimento e l’utilizzo dei nutrienti e le sensazioni di fame e sazietà.

Quindi 2 caratteristiche che sono entrambe cruciali per la cura del sovrappeso. Allora da un lato è necessario imparare tecniche e metodi di gestione dello stress (li vedremo) e dall’altro lato imparare a nutrire e “coccolare” il microbiota………..ma come si fa?

Coccolare il microbiota?

Si può fare in 2 modi:

  1. tutti i giorni durante tutta la vita mangiando regolarmente ad ogni pasto anche le fibre di frutta vera (non succhi di frutta) e verdura vera e cereali integrali. Infatti le fibre sono il cibo preferito dal vostro microbiota intestinale;
  2. ogni volta che il vostro intestino vi manda segnali di malessere come: stitichezza, diarrea, gonfiore con il conseguente “darsi delle arie” di vario odore (maggiore è la quantità di aria emessa e peggiore è l’odore e più c’è da preoccuparsi sia per la salute del nostro intestino e sia per quella di chi ci sta vicino……) assumendo delle capsule di fermenti lattici probiotici.

Attenzione però che alle volte paradossalmente i segnali di malessere intestinali sono proprio dovuti alle fibre che abbiamo cominciato a mangiare……….come uscire da questa trappola che ci pare aver creato con le nostre stesse mani?

Ciò accade di solito proprio a chi non è abituato a mangiare le fibre e allora quando comincia a farlo in maniera repentina e massiccia l’intestino invece di trarne giovamento si irrita con i conseguenti e vari disturbi già visti. Il consiglio allora è di essere molto delicati ed attenti come sempre nel variare qualunque abitudine della vostra vita inserendo poco alla volta le fibre e osservando quali alimenti tollerate meglio mangiandone uno alla volta. Il mio motto è : fallo subito ma un passo alla volta. Non fate a braccio di ferro col vostro organismo perchè vince sempre lui!

E se i disturbi intestinali (stitichezza, diarrea, gonfiore e puzze) non passano mai andate da un bravo medico perchè saranno soldi ben spesi!

Adesso ho un gran sonno e vi saluto…………………

……………………e la prossima volta vi spiegherò proprio come il sonno abbia un ruolo importante nella cura del sovrappeso!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...