LA PASTA (E IL RISO) POSSONO AIUTARE A DIMAGRIRE?

La risposta è SICURAMENTE SIma solo se usate uno o più di questi accorgimenti (non sono gli unici, sia chiaro):

COMPLETEZZA DEL PASTO: la pasta o riso (ricchi di carboidrati) non deveno essere l’unico alimento del pasto! Ci devono essere anche delle proteine e dei grassi che servono per far assorbire più lentamente proprio i carboidrati e, per lo stesso motivo, delle fibre. Ad esempio potreste mangiare meno pasta ma con un bel sugo di pesce (grassi e proteine) e anche un poco di frutta e verdura (fibre) che con le loro vitamine e sali minerali permetteranno il corretto svolgersi dei processi metabolici.

PASTA O RISO INTEGRALI: piano piano abituatevi a mangiarli integrali! Hanno più proteine, grassi buoni e soprattutto molte più fibre che aiutano a rallentare l’assorbimento dei carboidrati diminuendo le infiammazioni, la fame e la formazione di adipe.

NIENTE COLLA PER FAVORE: se non vi dispiace troppo evitate di cuocerli eccessivamente facendoli diventare molli! Al dente i carboidrati vengono assorbiti meno

E PER ULTIMA UNA COSA CHE HA DEL SENSAZIONALE!

RISCALDATI FANNO INGRASSARE MOLTO MENO! Da alcuni anni è provato che pasta e riso riscaldati aumentano in maniera massiccia la loro quantità di AMIDO RESISTENTE. Cioè quel carboidrato che ha 2 sensazionali caratteristiche per il sano dimagrimento (inteso come meno grasso, più muscoli e vitalità):

  1. è assorbito meno nell’intestino non andando quindi in circolo;
  2. alimenta la flora intestinale (invece che la nostra trippa) soprattutto quella che più regola l’appetito e diminuisce le infiammazioni!

Se volete una migliore trattazione sui benefici dell’AMIDO RESISTENTE vi consiglio il libro del famoso medico giornalista Michael Mosley ” La dieta del microbioma”

Adesso vi saluto e la prossima volta parleremo di come fare ginnastica con la mente!