SI FA PRESTO A DIRE PASTA!!!

Io mi occupo della PsicoNeuroEndocrinoImmunologia del dimagrimento. Quindi della complessità del funzionamento del nostro corpo. Per cui non aspettatevi che vi dia 4 (o anche meno) indicazioni da seguire alla lettera come dei caproni per dimagrire sicuramente e miracolosamente.

Il nostro corpo è complesso. Ciò vuole solo dire che dobbiamo lasciar lavorare il nostro cervello per assimilare i concetti che ne stanno alla base del funzionamento. L’opposto del partire in quarta con il primo consiglio (o verità assoluta) che ci viene dato senza la spiegazione del PERCHE’!! Perdere un po’ di tempo a capire è il miglior modo per perdere la ciccia!!

Prendiamo come riferimento lo SPAGHETTO (giusto per capire di cosa parliamo).

LO SPAGHETTO

Per spaghetto si intende anche prendere un grosso spavento ma……..non è l’argomento di questo articolo!

Di solito si intende invece per spaghetto quello che sta per mangiare il bimbo nella foto ad inizio articolo. Il suo spaghetto è fatto di farina:

  1. bianca : ovvero una farina estremamente raffinata industrialmente (cioè una farina “finta”);
  2. di grano/frumento come accade nella quasi totalità dei nostri pasti.

Sono 2 punti ben distinti che adesso affronteremo uno alla volta.

La farina più è bianca più vuole dire che è stata raffinata ed impoverita! Avrà tanti carboidrati pronti ad entrare in circolo in un lampo stressando tutti i meccanismi del nostro corpo di regolazione della glicemia e di produzione della “ciccia”.

La farina invece più e’ “vera”/non raffinata, e cioè INTEGRALE , più avrà fibre, grassi buoni e proteine che:

  • rallenteranno l’assorbimento dei carboidrati permettendo al nostro pancreas (glicemia) e al nostro fegato (grassi) di gestire al meglio le calorie dei carboidrati;
  • permetteranno di nutrire al meglio la flora intestinale (cruciale per il dimagrimento ed il controllo delle infiammazioni).

ATTENZIONE: la pasta è veramente integrale solo se sulla confezione alla voce ingredienti c’è scritto che la farina usata è TUTTA INTEGRALE!

Più la farina della nostra pasta proviene sempre e solo dallo stesso benedetto (e a questo punto maledetto) cereale ovvero il grano o frumento più ci metterà a rischio che il nostro organismo si sensibilizzi.

Purtroppo da qualche decina di anni quasi tutta la pasta in vendita nella grande distribuzione è fatta sempre e solo con un unico tipo di grano per motivi di maggior profitto (a spese della salute). Vi siete mai chiesti come mai solo da pochi anni sia così diffusa l’intolleranza al glutine (celiachia)? Allora durante la settimana (ogni settimana…..non una volta all’anno) mangiate anche spaghetti INTEGRALI:

  • fatti con cereali ( o pseudo cereali) diversi dal grano come ad esempio il farro, il grano saraceno, la quinoa , l’avena (o provate per cambiare il riso sempre integrale);
  • fatti con farine senza glutine.

Questo stesso discorso ovviamente si può estendere a tutti gli altri tipi di pasta e a tutti gli altri farinacei!

Oltre al tipo di farina si può fare un bel discorso anche rispetto a che cosa si mangia insieme alla pasta. Perchè il nostro organismo è complesso e per funzionare al meglio vuole ad ogni pasto tutti i nutrienti sani e completi per produrre tanto calore, tanti muscoli, poco grasso e assorbire poche calorie………ma questo lo vedremo la prossima volta.