USA IL FREDDO PER DIMAGRIRE!

Freddo e umido davvero possono essere nostri piacevoli amici? Ma solo per i pinguini?

Primo: IL FREDDO NON ESISTE! Esistono temperature più basse o più alte che in base alla reazione del nostro corpo ci fanno percepire sensazioni più o meno intense e più o meno gradevoli/sgradevoli di caldo o freddo. Quindi a seconda di come allenate mente e corpo le basse temperature vi sembreranno molto meno fredde e addirittura piacevoli!

Secondo: la sensazione di freddo (tollerabile e corrispondente ad una reazione del nostro corpo ad una temperatura effettivamente minore dei nostri standard abitudinari) stimola la produzione del grasso bruno. Questo è un tessuto che ha lo scopo di scaldare e proteggere i nostri organi più importanti. E’ un tessuto che “brucia” naturalmente un sacco di calorie. Inoltre attraverso la gentile e tollerabile stimolazione del freddo inviterete costantemente i preadipociti (che tutti abbiamo) a diventare grasso bruno levandogli la possibilità di diventare il grasso bianco che si accumula su panza e culo ( si nota vero che presi 30 e lode all’esame di “fondamenti di anatomia e fisiologia”?).

Lo stress è nemico del sano dimagrimento. Le persone in sovrappeso spesso soffrono al freddo. Ma allora la smettiamo di dire cavolate? Il freddo stressa e non fa dimagrire!

Le persone in sovrappeso è vero che spesso sono freddolose. Infatti spesso (non sempre) hanno la tiroide che “dormicchia”. E dal momento che la tiroide è una “stufa metabolica” regolata da un termostato rappresentato da circuiti nervosi in cui la “fanno da padroni” i centri neuronali dello stress (ipotalamo e ipofisi) è chiaro cosa stia alla base della sensazione di freddo. Ma cosa fare allora se siamo sovrappeso e freddolosi?

Le tecniche sono soprattutto 3 e vanno usate insieme per farne un metodo :

  1. Ripetetevi fino a che non vi sembri familiare che un poco di “fresco” vi può fare solo bene (per i motivi che vi ho detto sopra). E che non dovrete mai patire il freddo ma solo e sempre ricercare un anche piccolo ma costante avvicinamento alla sensazione di fresco. Sempre, tutti i giorni, tutti i momenti, tutta la vita. Se oggi vi ibernate facendo gli eroi l’unico risultato sarà che da stanotte il freddo sarà il vostro peggiore incubo e rimarrete freddolosi, adiposi e stressati. Invece basta semplicemente chiedersi se adesso, in questo momento sia possibile abbassare un po’ la cerniera del maglione o aprirne un bottone, oppure tirare su un po’ le maniche o aprire uno spiffero di una finestra, oppure abbassare di un poco il riscaldamento dell’auto, oppure stare un secondo in più sulla soglia prima di entrare in casa al calduccio…Spesso siamo presi dalle abitudini a coprirci e stare troppo al caldo e non ci rendiamo conto che potremmo permetterci tranquillamente qualche “dose” di fresco dimagrante: basta darsi la possibilità di avere più momenti in cui ascoltiamo i segnali del nostro corpo. Fate anche attenzione a quali zone del vostro corpo sono più “disponibili” a tollerare e godere del fresco! Il nostro organismo è come una grande squadra fatta di tanti giocatori e ognuno è diverso anche rispetto alla percezione della temperatura! Io personalmente quando ho la capoccia (pelata) coperta da un morbido berretto di lana ed i piedi ben asciutti, comodi e caldi quasi non mi accorgo se il resto del corpo porta abiti primaverili in pieno inverno! Ma lasciatemi le orecchie a congelare ed i piedi umidi e vedrò tutto ciò che mi sta intorno molto più freddo ed ostile!
  2. Fate un’attività fisica che vi aumenti per più ore possibili il catabolismo (quella parte di metabolismo che brucia calorie)! In questo modo sarete da un lato più “accaldati” per molte ore dopo aver finito l’attività (anche fino a 2 giorni) e piano piano “metterete su” più muscoli belli “trofici” ovvero attivi anche a riposo che vi bruceranno calorie a gratis 24h su 24 facendovi perdere grasso e scaldandovi. Vuole dire fare almeno un paio di mezzore alla settimana (mica poi chissacchè) di un’attività in cui ci siano grosse e faticose (per voi) variazioni di ritmo. Io vi consiglio di ritagliarvi un paio di mezzore a settimana in cui vi riscaldate e con dei pesi (ma può essere anche solo il peso del vostro corpo o la resistenza di fasce elastiche che si possono comprare per pochi euri al supermercato) sollecitate i vostri muscoli cercando quella intensità che ve li faccia sentire per un giorno o due ancora affaticati (si tratta di generare una infiammazione fisiologica che invece diventa patologica se dopo 3 giorni vi sentite ancora “tutti rotti” : non esagerate, siate delicati e prudenti).
  3. Mangiate ad ogni pasto sempre tutti i 7 i nutrienti (e di buona qualità!) di cui il nostro corpo necessita. In questo modo darete un chiaro messaggio metabolico al vostro cervello che “la fuori” c’è sempre tutto ciò di cui abbiamo bisogno ed è superfluo accumulare grasso e rallentare il consumo di calorie ma anzi è più intelligente aumentare la muscolatura e l’energia spesa per “cacciare e raccogliere” con forza le risorse sane, ricche, complete e varie che ci passano sotto al naso. Per la cronaca i 7 nutrienti sono le proteine, i carboidrati, i grassi, le vitamine, i sali minerali, le fibre e l’acqua.

In questo modo creerete nuovi modi di stare insieme al fresco con un corpo ben disposto a spendere/sprecare calorie e aumentare i muscoli. Ma a questo punto avrete capito che ci sono 2 cose che proprio non tornano.

La prima è che non vi dico di eleminare il cibo spazzatura! Questo perchè conosco quanto sia difficile farlo in maniera duratura per le persone con tanto grasso addosso. Quindi vi consiglio di guardare cosa manca ai vostri pasti aggiungendolo invece di partire levando qualcosa! Se vi mangiate 10 cornetti alla crema a pranzo partite dicendovi che vi mancano fibre, vitamine e sali minerali da un lato (e quindi prima dei cornetti mangiatevi un bel frutto che vi piaccia tanto) e carboidrati, proteine e grassi sani dall’altro (e quindi cominciate a vedere se ci sono cornetti con ingredienti “meno peggiori”).

La seconda è che usando il freddo e le strategie per rendervelo amico metterete su muscoli…quindi dei kg di tessuto! E’ vero! Rischierete di aumentare di peso! Perchè rischierete di perdere grasso mentre aumentate muscoli ( e densità ossea ed idratazione intracellulare). Rischierete che vi succeda ciò che è successo a me in meno di 2 anni : pesavo 71 kg e portavo la 50/52 di pantaloni e adesso peso 79 kg e porto la 48!

Ciò perchè il peso non vuole dire nulla e buttate pure la bilancia dal balcone a Capodanno! Ciò che conta è di cosa è composto il peso! Ed i muscoli, le ossa ben mineralizzate e le cellule ben idratate pesano assai anche se occupano poco spazio, sviluppano tanta forza e modellano il corpo nei punti giusti rendendovi veramente magri.

BUON INVERNO A TUTTI!

BUON INVERNO A TUTTI!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...